Cimitero Monumentale del Verano

Piazzale del Verano, 1

Il Cimitero Monumentale del Verano, senz’altro il più noto di Roma, è situato all’interno del quartiere Tiburtino svolge la funzione di luogo di riposo dei defunti da circa 2.000 anni come hanno rivelato gli scavi che hanno portato alla luce le Catacombe di Santa Ciriaca.
Il cimitero è situato in quello che anticamente era il terreno appartenente alla gens senatoria dei Verani, da cui deriva il nome attuale.

Il cimitero risale al periodo napoleonico e si deve la sua costruzione all’Editto di Saint Cloud che richiedeva che le sepolture avvenissero fuori delle mura della città. Il progetto fu affidato al celeberrimo architetto romano Giuseppe Valadier che ne iniziò i lavori, proseguiti poi da Virgilio Vespignani con la caratteristica truttura ottocentesca formata da un ingresso, un Quadriportico e una Cappella.

Oggi l’aspetto del Verano, come viene popolarmente chiamato il Cimitero dai romani, deriva dai bombardamenti che nel 1943 distrussero San Lorenzo, il quartiere limitrofo e lo danneggiarono in numerose zone, soprattutto nel bel quadriportico del Vespignani, nel Pincetto e nel sacrario militare. Quando Roma divenne capitale d’Italia nel 1971, il cimitero fu ampliato e furono aggiunti il cimitero israelitico e quello acattolico.

Il cimitero con i suoi 83 ettari di estensione, è oggi molto visitato, sia per la presenza di numerosi personaggi che vi riposano, sia per il suo indiscutibile valore artistico culturale che documenta la vita della capitale nell’ottocento e novecento.

Dal 2003 il cimitero ospita un Centro di Documentazione con finalità divulgative del patrimonio del Verano e sono previste anche visite guidate per migliorare la conoscenza del patrimonio artistico in esso ospitato.

Ecco alcune personalità che risposano all’interno del Cimitero del Verano: Sibilla Aleramo, Giorgio Almirante, Ferruccio Amendola, Giulio Andreotti, Ennio Balbo, Giacomo Balla, Andrea Barbato, Giuseppe Gioacchino Belli, Roberto Bompiani, Massimo Bontempelli, Mario Brega, Bruno Buozzi, Bruno Corbucci, Edoardo De Filippo, Peppino De Filippo, Grazia Deledda, Manuel De Sica, Vittorio De Sica, Giuseppe Di Vittorio, Aldo Fabrizi, Attilio Ferraris, Gabriella Ferri, Elio Fiore, Rino Gaetani, Ciccio Ingrassia, Nilde Iotti, Luciano Lama, Ugo La Malfa, Oreste Lionello, Nanni Loi, Don Lurio, Luigi Magni, Goffredo Mameli, Nino Manfredi, Marcello Mastroianni, Alberto Moravia, Nino Martoglio, Amedeo Nazzari, Cesare Pascarella, Gianni Rodari, Roberto Rossellini, Giuseppe Saragat, Alberto Savinio, Alberto Rossi, Palmiro Togliatti, Trilussa, Raimondo Vianello e Giuseppe Ungaretti.

Dal 2015 l’Assemblea Capitolina ha approvato una delibera che prevede che più di mille tombe del Verano siano messe a disposizione: il 15% per persone di chiara fama e il restante 85% per tutti i cittadini romani.

La nostra agenzia di onoranze funebri di Roma è pronta a darvi ogni informazione utile per sepolture e inumazioni nel Cimitero Flaminio via e-mail o al numero 06/20764642.

Contattaci tramite il seguente modulo:


TOP